Città d'arte d'Italia (seconda parte)

La seconda parte del mio viaggio mi ha condotto alla capitale d'Italia: la bellissima Roma.
Roma mi ha colpito veramente molto non solo per la sua grandezza, ma per la varietà di palazzi, monumenti, chiese, resti del passato e alle architetture che cambiano in base alle varie zone della città. Quello che colpisce molto di Roma è soprattutto la sua storia e tutto quello che viene ricordato in centinaia di anni di battaglie, invasioni e conquiste. Ovunque si cammini nelle strade del centro di Roma vi troverete di fronte a qualche meraviglia architettonica; ogni angolo della città è intrisa di storia e cultura. Questo immenso patrimonio storico, artistico e culturale nel 1980 è stato inserito nella lista dei Patrimoni dell'umanità dell'UNESCO insieme alle proprietà extraterritoriali della Santa Sede nella città. Di altissimo impatto religioso e artichettonico soprattutto il Vaticano per quello che riguarda la Basilica di S.Pietro, basti dire che è la più grande chiesa del mondo e i maestosi Musei Vaticani dove si possono ammirare grandiose opere d'arte d'inestimabile valore d'ogni tempo.
Anche qui, come per la prima pagina, cercherò di riportare una lista delle cose che sono riuscito a vedere in questi 3 giorni che anche voi non dovete assolutamente perdere! Trovo praticamente impossibile visitare Roma e Vaticano in pochi giorni, in realtà ci vorrebbe da 1 a 2 settimane per osservare con più calma e prestare più attenzione a tutte le meraviglie che potete trovare in queste due città. In ogni caso ho suddiviso i luoghi di maggiore interesse in 5 macro aree alle quali potete dedicare una mattinata, un pomeriggio o un'intera giornata (a seconda del vostro tempo libero) per uno sguardo più attento ai vari monumenti, chiese, musei e aree storiche.

1) Il Vaticano: il mio primo giorno intero l'ho dedicato alla visita del Vaticano perchè era da moltissimo tempo che desideravo scoprirlo e poi era mercoledì, giorno in cui il Papa spesso si reca sulla piazza del Vaticano per l'udienza e la messa ai cristiani di tutto il mondo. La città del Vaticano, capitale della chiesa cattolica, è il più piccolo stato al mondo: solo 43 ettari di territorio circondati da alte mura e protetti dalle guardie svizzere. Questo è il luogo in cui fu martirizzato e sepolto San Paolo (64 d.C.), e divenne la residenza dei papi che gli succedettero. I palazzi papali, vicini alla grande Basilica di San Pietro, ospitano la Cappella Sistina e le splendide raccolte d'arte dei Musei Vaticani, oltre ad essere la residenza ufficiale del Papa. Consiglio assolutamente una visita alla Basilica e ai Musei Vaticani. Merita vedere al loro interno la meravigliosa Cappella Sistina che dista 30 minuti a piedi dal complesso e vastissimo museo: c'è un rigido percorso prestabilito, quindi è preferibile scegliere un solo itinerario tra quelli proposti, la cui durata può variare tra i 90 minuti fino a 5 ore! Tra i più importanti tesori del Vaticano, le raccolte di antichità greche e romane sono esposte al pubblico sin dal XVIII secolo. Furono poi arricchite ulteriormente da magnifici oggetti d'arte trovati nel XIX secolo in tombe etrusche ed egizie. La Pinacoteca offre una piccola, ma preziosa collezione di opere del Raffaello, Tiziano e Leonardo e pure le sale più antiche dei musei hanno decorazioni di grandi pittori e scultori. Da non perdere la famosa Stanza della Segnatura dove si trova l'opera più famosa del Raffaello "la Scuola di Atene".
Al di fuori del Vaticano in fondo a Via della Concigliazione (la via che porta alla Basilica di S.Pietro) vicino alle rive del Tevere la cosa che più colpisce è senz'altro Castel Sant'Angelo, l'imponente fortezza che prende il nome dall'arcangelo Michele che apparve a Papa Gregorio Magno nel VI secolo mentre passava in processione sul ponte pregando per la fine della peste. Il castello fu costruito nel 139 d.C. come mausoleo dell'imperatore Adriano.

2) Colosseo e Fori imperiali (il centro antico): il Campidoglio, la cima meridionale del colle Capitolino, era il vero centro del mondo romano e ospitava i tre templi più importanti della città. Questi erano dedicati a Giove Ottimo Massimo, protettore della città, a Minerva, dea della saggezza e della guerra e infine a Giunone Moneta, una dea guardiana. Al di sotto del Campidoglio si trova il Foro, a suo tempo fulcro della vita politica, sociale ed economica; i Fori Imperiali, costruiti quando la città si ingrandì e il Colosseo, riservato agli spettacoli. Il Colosseo, il più grande anfiteatro di Roma fu fatto erigere nel 72 d.C. dall'imperatore Vespasiano. I mortali combattimenti dei gladiatori e degli animali feroci erano offerti dagli imperatori e dai cittadini più ricchi per acquistare fama. Il Colosseo poteva contenere fino a 55.000 persone sedute a seconda del loro ceto. Al di sopra del Foro si trova il colle Palatino, dove, secondo il mito, Romolo fondò la città nell'VIII secolo a.C. e dove gli imperatori vissero per 400 anni. Il Campidoglio, cittadella dell'antica Roma, va assolutamente visitato: un'ampia scalinata, la Cordonata, conduce fino alla splendida piazza del Campidoglio; entrambe sono state progettate da Michelangelo nel XIV secolo. Sulla piazza si affacciano il Palazzo Nuovo e il Palazzo dei Conservatori sede dei Musei Capitolini, con le loro magnifiche collezioni di sculture e dipinti. Una passeggiata fino alla Rupe Tarpea, oltre i musei, consente di godere della vista sulla zona del Foro. Tra i Fori ricordiamo il Foro e i Mercati di Traiano, il Foro di Augusto, il Foro di Cesare, il Foro Romano dove potrete ammirare l'Arco di Settimio Severo, l'Arco di Tito, il Giardino delle Vestali, la Basilica di Costantino e moltissimi altri palazzi e templi costruiti dai vari imperatori romani. Il Palatino è uno dei sette colli di Roma, un tempo residenza di imperatori e aristocratici, è ora il luogo archeologico più antico della città. Le rovine comprendono la casa nella quale si dice abbia vissuto Augusto, la Domus Flavia, la Domus Augustana e le due ali, pubblica e privata, del lussuoso Palazzo di Domiziano. Da vedere lo Stadio Palatino, la Domus Flavia e la casa di Livia (moglie di Augusto).
Da non perdere inoltre la visita di Piazza Venezia e il maestoso monumento a Vittorio Emanuele che fu iniziato nel 1885 e inaugurato nel 1911 in onore per primo Re d'Italia.

3) Piazza di Spagna e la via delle quattro fontane: la zona nord-orientale è l'area che si estende dalle esclusive vie intorno a piazza di Spagna fino al colle Esquilino ed è costellata di chiese paleocristiane. Un tempo la residenza della borghesia, ora ha un carattere più popolare. La zona di piazza di Spagna e di piazza del Popolo si sviluppò attorno al '500, quando il flusso di pellegrini era tale che la via fu costruita per portarli il più velocemente possibile in Vaticano. Nello stesso periodo il colle del Quirinale divenne sito del palazzo papale. Quando Roma divenne capitale, nel 1870, via Veneto diventò una zona alla moda e il colle Esquilino si coprì di abitazioni destinate ai funzionari pubblici. La trama di viuzze racchiusa tra piazza di Spagna e via del Corso è una delle zone più esclusive di Roma, con gli eleganti negozi di via Condotti e i caffè della piazza. La piazza a forma di farfalla e circondata da eleganti case varipinte è affollatissima di giorno e, soprattutto in estate, anche di notte. E' la piazza più famosa di Roma e deve il nome al Palazzo di Spagna, costruito nel XVII secolo per ospitare l'ambasciata spagnola. Nei dintorni si può visitare la Fontana di Trevi la più grande, scenografica e famosa tra le fontane di Roma: le figure centrali sono Nettuno con a fianco due tritoni. La leggenda dice che bisogna stare seduti dando le spalle alla fontana, esprimere un desiderio e buttare una monetina nella fontana (sono a migliaia le monetine qui dentro!). Visitate inoltre: piazza del Popolo, la bellissima basilica di Santa Maria Maggiore caratterizzata da diversi stili architettonici e spettacolari mosaici, la chiesa San Carlo alle Quattro Fontane, fontana del Tritone, piazza del Quirinale, piazza della Repubblica.

4) Piazza Navona e dintorni: l'area intorno a questa celebre piazza è abitata da almeno due millenni. Le fondazioni degli edifici che la circondano erano i resti delle tribune dello stadio di Diocleziano. Il Pantheon è luogo di culto dal 27 d.C., mentre il Teatro di Marcello, nel Ghetto, a partire dal 1200 è stato trasformato e abitato da famiglie nobili romane. Il periodo di maggior splendore di questa zona comincia nel XV secolo, quando il seggio papale ritorna a Roma. Dal Rinascimento in poi, infatti, papi e cardinali si stabilirono qui, come anche gli artisti e gli artigiani che vivevano sulle commesse papali. Nessun'altra piazza di Roma può competere con la suggestiva scenografia di Piazza Navona. In quest'isola pedonale, sia di giorno che di notte c'è un gran movimento, dovuto soprattutto alle tre incantevoli fontane, alle chiese barocche e ai lussuosi caffè. Per scoprire la vecchia Roma, percorrete via del Governo Vecchio con le facciate rinascimentali dei suoi palazzi, curiosate nei negozietti d'antiquariato e lasciatevi tentare da una delle tante caratteristiche trattorie. Oltre alla piazza vi consiglio di visitare il Pantheon, Campo de' Fiori, la bellissima chiesa di Sant'Ignazio di Loyola che possiede un'eccezionale soffitto affrescato da Andrea Pozzo, piazza di Montecitorio e il suo obelisco.

5) Trastevere, piazza della Bocca della Verità e dintorni: è uno dei più antichi e pittoreschi quartieri della città. Gli abitanti si considerano i romani più autentici, e nel fitto labirinto di stradine si trovano alcune delle più suggestive chiesette medievali di Roma. Una delle chiese più antiche è Santa Maria in Trastevere sicuramente la prima dedicata alla Madonna. Sorge nella piazza omonima, la cui grande fontana è per tradizione la più antica di Roma. Altra interessante chiesa è Santa Maria in Cosmedin, chiesa del IV secolo con all'interno bei mosaici pavimentali, il coro, il seggio episcopale e il baldachino sono tutti esempi dell'arte cosmatesca. Nel portico della chiesa si trova la famosa Bocca della Verità, la quale, secondo una tradizione medievale, stacca la mano ai bugiardi con un morso (...provate!). Vicino a questa chiesa ci sono i Templi del Foro Boario che risalgono al II secolo a.C. e sono ben conservati perchè nel Medioevo furono adattati a chiese cristiane. Il tempio rettangolare era dedicato a Portunus, protettore dei porti, con riferimento al vicino porto di Roma antica. Vicino c'è il tempietto circolare di Ercole. Visitate inoltre l'Isola Tiberina, Villa Farnesina, il Teatro di Marcello.

Ricordo inoltre che se si dispone di più tempo ci sono nei dintorni di Roma moltissime altre cose di alto interesse turistico: Villa Borghese e il Museo Borghese, Villa Giulia, Via Appia Antica, il quartiere dell'EUR e il palazzo della civiltà del lavoro, le basiliche di Sant'Agnese e San Paolo fuori le Mura.

 

Alcuni consigli: girare per Roma a piedi è molto semplice grazie all'aiuto di un efficiente servizio di bus, tram e soprattutto alla metropolitana aperta dalle 5:30 alle 23:30. Il consiglio migliore che posso darvi è quella di programmare accuratamente la vostra permanenza a Roma a seconda dei giorni che avete a disposizione. Roma è una città molto varia, suddivisa in zone molto grandi, quindi conviene dividersi la giornata visitando una zona nella mattinata e un'altra zona al pomeriggio cercando di riuscire a vedere i monumenti, musei e palazzi di maggiore interesse.
Tutte le chiese restano chiuse soltanto durante l'ora di pranzo, tranne le maggiori che sono sempre aperte. Nei Musei e luoghi d'arte statali l'ingresso è gratuito per tutti i cittadini dell'Unione Europea, di età inferiore ai 18 anni o superiore ai 65 anni, oppure per studenti e docenti delle Accademie delle Belle Arti, oppure ancora per alcune categorie di studenti delle università statali. Avete poco tempo e volete visitare Roma in 48 ore? Visitate questo link.
A Roma dal 1 giugno al 30 settembre molti Musei e siti archeologici restano aperti più a lungo nei pomeriggi dei giorni festivi e il sabato sera, quindi è consigliabile telefonare prima di effettuare una visita. Per qualsiasi informazione si può consultare in rete il sito internet www.beniculturali.it a cura del Ministero per i beni e le attività culturali. Per altri approfondimenti vi consiglio di visitare il sito ufficiale del comune di Roma all'indirizzo www.comune.roma.it oppure il sito turistico all'indirizzo www.turismoroma.it.


Visita la terza parte del viaggio >>

 

Altre foto qui sotto:


Torna indietro