Il mio Winter Village realizzato con i LEGO


Vi preannuncio che sarà un racconto molto lungo! Questo diorama ha significato molto per me e quello che leggerete è il "riassunto" di 5 anni di lavoro e soddisfazioni... quindi buona lettura!

Il Winter Village è stato il mio primo vero progetto Lego interamente realizzato da zero. L'idea è partita dopo circa un anno che ero ritornato ad interessarmi ai mattoncini. Dopo aver montato diversi set mi è venuta la voglia di costruire qualcosa di mio e ho iniziato a cimentarmi in questo mondo parallelo delle opere personali che poi si rivelò ricco di appagamento personale. Ho cominciato fin da subito ad avere decine di idee di cose da costruire ma alla fine la mia attenzione si è rivolta al tema "Winter Village". Verso fine 2010 avevo comprato due set definiti "stagionali" perchè venivano immessi sul mercato un paio di mesi prima del Natale e prodotti per un periodo limitato di tempo. Le due scatole in questione sono il Winter Toy Shop e il Winter Bakery, due Set non particolarmente grandi ma costruiti con grande cura dei dettagli, per un mercato più adulto e ovviamente a tema invernale/natalizio. Mi sono piaciuti così tanto che decisi di inventarmi un piccolo paesaggio invernale per "ospitare" questi due set.
Da qui nacque tutto: mi venne in mente l'idea di creare dei "moduli" agganciabili tra loro che permettessero di ricreare un paesaggio innevato con sopra i set invernali della serie Winter Village che venivano poi prodotti ogni anno. I moduli o basi come spesso vengono usati nel mondo dei costruttori Lego sono delle baseplate da 32x32 stud dove sopra di esse vengono ricreate le ambientazioni e poi unendo insieme queste basi si creano dei paesaggi articolati, ricchi di scenette, edifici e dettagli. L'idea dei moduli che avessero un sistema semplice di aggancio tra loro non era molto sfruttata a quei tempi ma divenne negli anni a venire un sistema vincente per moltissimi diorami. Il sistema a moduli offriva altri due grandi vantaggi: era facile da trasportare per le esposizioni e permetteva di concentrarsi su una specifica zona del diorama per poi passarne ad un'altro, rendendo così più ordinate e progressive le fasi di costruzione.

Nel 2011 sfruttai così questa idea e costruii i miei primi 4 moduli (4 basi) così formate: una base con un torrente e un ponte, una base con il set Bakery, una base con il set toy Shop e infine il quarto modulo con un edificio che fu costruito e progettato interamente da zero, ovvero la Chiesa del Villaggio.
La chiesa fu la mia prima costruzione che mi ha permesso di imparare come creare un progetto 3D di un modello Lego, come ricercare i pezzi che mi servivano, come costruire e migliorare i dettagli delle opere. Riguardando oggi le immagini del mio primo villaggio di 4 basi mi stupisco di quanto fosse rudimentale nella sua costruzione e quanti passi sono stati fatti negli anni a venire per il continuo miglioramento dei dettagli per rendere le mie opere sempre più realistiche! Nella foto qui a fianco potete vedere il mio primo villaggio che allora aveva già 5 basi ed era esposto a Ballabio 2012, il mio primo evento Lego in assoluto da espositore.


L'anno della svolta vera e propria però è stato il 2013. Nel 2012 avevo capito che continuando a costruire affiancando una base all'altra il villaggio sarebbe diventato una lunga fila di edifici e il paesaggio non sarebbe stato così interessante. Per questo motivo decisi di riprogettare da zero il villaggio e partire da una area centrale per poi espandere i moduli futuri intorno ad essa. Così realizzai una piccola piazza formata da 4 basi e poi iniziai a costruire intorno ad essa altri edifici. Nel contempo cercai anche di aumentare il livello di dettaglio delle mie costruzioni e fu così che dopo un lavoro di oltre 10 mesi (da settembre 2012 a giugno 2013) riuscii a completare il mio nuovo Villaggio Invernale formato da 12 moduli, svariate scenette e vari edifici come la Chiesa (migliorata), il Municipio, il Mulino ad acqua motorizzato, il Negozio di souvenir e altre cose minori. Il Municipio in particolare fu una costruzione che mi rese più famoso nella rete degli AFOL perchè partecipai con esso ad un concorso organizzato dal famoso Forum di Eurobricks e vinsi il secondo premio! Il risultato di tutto questo lavoro di vari mesi è nella fotografia qui a fianco. Il villaggio raggiunse la quota di quasi 14.000 pezzi.

Visto il successo che ebbe questo nuovo villaggio e la mia voglia sempre più grande di costruire cose nuove, partii dopo solo un mese dall'esposizione di Ballabio 2013 per cominciare la nuova versione 2014 del Villaggio. Il mio progetto sulla carta era particolarmente competitivo ed ambizioso: prevedeva di raddoppiare il numero di moduli e soprattutto di costruire 3 edifici di media-grandezza completamente nuovi. La cosa da un lato mi spaventava un po' mentre dall'altro era una sfida che mi diede una forte motivazione e la spinta giusta per costruire con nuova inventiva e tecniche sempre più raffinate. I 3 edifici che avevo in mente erano una Fattoria, uno Chalet o Ristorante di montagna e una Scuola. Il tutto doveva essere costruito con grande cura ed inserito in un paesaggio uniformre che rispettasse certe mie regole costruttive e allo stesso tempo non andasse a stravolgere nuovamente quello che avevo già fatto l'anno precedente.

La Fattoria fu la prima delle tre opere e mi impegnò per 3 mesi. Il risultato però fu all'altezza delle mie aspettative. Il mio metodo costruttivo ormai si era consolidato: costruzioni di media grandezza, ricerca di pezzi particolari e tecniche di costruzione innovative, la parte retrostante degli edifici era "tagliata" ovvero si poteva vedere l'interno dell'edificio dove dovevano essere presenti accurati dettagli degli arredamenti interni. La cura dei dettagli e degli arredi interni erano delle prerogative che diventarono un po' la mia "firma" costruttiva riconosciuta da molti AFOL sul Web.
Subito dopo la Fattoria che completai a ottobre 2013, iniziai il secondo edificio che avevo in mente: lo Chalet. Questo fu uno degli edifici che mi diede più soddisfazioni nel costruirlo e poi presentarlo a tutti sul Web. Fu accolto subito con grande successo ed ora sta anche concorrendo a diventare un Set ufficiale su LEGO Ideas! L'edificio è composto da un ristorante al piano terra e da tre camere da letto nel piano superiore. I dettagli interni sono molto curati e ricreano l'atmosfera tipica di un ristorante di montagna durante il periodo invernale/natalizio. Lo chalet lo presentai durante le vacanze natalizie e poi i primi 3 mesi del 2014 li dedicai a costruire nuovi moduli del paesaggio per ingrandire il diorama. Il terzo edificio ovvero la Scuola, la costruii invece intorno a marzo/aprile del 2014 e fu la mia ultima fatica, anche se la corsa nel completare e rifinire al meglio tutto il paesaggio e i dettagli mi portò a lavorare fino a fine giugno, poco prima dell'esposizione di Lecoo 2014. Lecco 2014 segnò anche il primo grande evento di ItLUG in un edificio d'eccezione che è il politecnico di Lecco, un edificio elegante e tecnologico che permette oltre 4.000 mq di esposizione. Il motivo fu principalmente la mancanza di spazio nel piccolo paese di Ballabio al sempre più crescente numero di espositori che arrivavano da tutte le regioni italiane. Fu così che dopo quasi un anno intero di lavoro davvero impegnativo, ma ricco di divertimento e soddisfazione, arrivai a luglio 2014 a presentare il mio nuovo diorama invernale che aveva ormai raggiunto 24 moduli e la bellezza di 28.500 pezzi!

Arrivati a questo punto dovetti fermarmi a riflettere, cominciarono infatti a manifestarsi problemi di varia natura: il villaggio aveva raggiunto dimensioni importanti. Era già largo oltre 2 metri e profondo quasi 1 metro, necessitava di molte scatole per essere trasportato in auto durante le esposizioni, ed era diventato pressochè inutile esporlo a casa mia, perchè ogni volta richiedeva parecchio tempo a montarlo e smontarlo. Inoltre non volevo fare troppe cose frontalmente per evitare di nascondere tutte le scene che avevo realizzato. Tuttavia, nonostante questi problemi di carattere organizzativo, nel 2015 il Villaggio si ingradì ancora di ulteriori 10 moduli. Avevo voglia già da tempo di inserire una ferrovia nel villaggio e in questo anno ho colto l'occasione aggiungendo una intera nuova fila di moduli sulla parte frontale ognuno di essi contenente la linea ferroviaria. Inserendo la ferrovia ho avuto anche il giusto pretesto per costruire un nuovo edificio che avevo in mente ovvero la Stazione. La Stazione ferroviaria fu davvero impegnativa, mi ha tenuto occupato per oltre 4 mesi ed era piuttosto grande per le mie abitudini infatti alla fine ci vollero quasi 4.700 pezzi nel realizzarla! Il problema di fondo era sempre realizzare nuovi edifici cercando di mantenere una certa uniformità nelle dimensioni e nello stile di costruzione. La stazione venne posizionata nella zona estrema sinistra del diorama per non "oscurare" la parte retrostante del paesaggio visto che aveva delle dimensioni importanti. Dopo aver realizzato e presentato la Stazione durante le vacanze natalizie del 2014, il nuovo anno 2015 mi impegnò a realizzare le ulteriori 8 basi che rimanevano. Tuttavia non erano particolarmente impegnative e la costruzione proseguì in modo continuativo senza troppi intoppi. L'ultima impresa di questa nuova versione del villaggio fu di costruire un piccolo edificio che mi divertì moltissimo ovvero il Pub & Cafè, che posizionai accanto alla stazione. Come di consueto ormai negli ultimi anni presentai a luglio al politecnico di Lecco la nuova versione del villaggio 2015 che aveva raggiunto 34 moduli, 170 personaggi e ben 42.500 pezzi!

L'anno 2016 segnò un ulteriore punto di svolta del mio villaggio perchè mi resi conto che non avevo più la possibilità di esporre l'intero diorama a meno di noleggiare un furgone. Questo problema che poteva sembrare di secondaria importanza alla fine mi ha portato a deviare i progetti sullo stesso diorama.
Gli ultimi mesi del 2015 e i primi 6 mesi del 2016 furono interamente impiegati alla realizzazione della mia MOC più grande di sempre: il Winter Castle. Il Castello era l'ultimo dei miei desideri per il villaggio invernale. Volevo realizzare un castello medievale ispirandomi a quelli della Val D'Aosta, austere roccaforti ristrutturate a scopo di visite turistiche. Il Castello occupa la bellezza di 6 basi e la sua grandezza mi ha permesso di posizionarlo dietro la stazione ferroviaria. Mi ci sono voluti ben 9 mesi per realizzarlo, dopo un lunghissimo progetto prima su cad e poi dopo un estenuante periodo di ricerca e acquisto di pezzi dai negozi di tutta Europa. In totale è composto da 16.000 pezzi con una enorme quantità di elementi di diversa tipologia e colore. Curatissimi sono i dettagli interni, tutto il castello infatti è interamente composto da camere arredate in stile medievale, stanze segrete e varie scene che si possono osservare dalla parte posteriore. Sono presenti inoltre delle manopole posteriori che permettono di azionare delle scene aggiuntive molto gradite sia dai bambini che dagli adulti. Nel 2016 a Lecco non riuscii più ad esporre tutto il villaggio e cominciai a pensare a quali vie percorrere per le future opere ed esposizioni Lego.


A partire dall'autunno del 2016 ho cominciato a costruire cose nuove, opere con temi diversi e di varie dimensioni, abbandonando per il momento l'idea di cominciare un nuovo grande diorama per i motivi già citati prima. Le mie attuali realizzazioni prevedono stili e realizzazioni di vari temi diversi e generalmente verranno costruite su 2 o 4 basi da 32x32. Tutte le mie recenti opere le potete visionare nella pagina relativa delle MOC.

Tuttavia, a fine 2018, ho avuto la grande fortuna di essere chiamato ad esporre in una location d'eccezione, il "Palacio de Gaviria", Madrid (Spagna), tramite la collaborazione di RomaBrick e la società di mostre d'arte Arthemisia. In questa occasione ho potuto montare l'intero villaggio e poterlo vedere al gran completo: l'opera completa raggiunge circa i 3 metri di larghezza per 1 metro di profondità, 42 moduli completi, 230 personaggi e oltre 62.000 pezzi! La fotografia di questa installazione la potete visionare qui sotto.


Conclusione:
Il Winter Village per me ha significato moltissimo, sia in termini di tempo che di denaro. Questa opera ha inevitabilmente occupato la maggior parte del mio tempo libero per almeno 5 anni (dal 2011 al 2016), ho impiegato moltissime risorse economiche perchè i mattoncini costano parecchio, mi sono impegnato non solo a livello costruttivo ma anche nella ricerca di informazioni, immagini, sopraluoghi e quant'altro mi venisse utile per avere le giuste idee da inserire nelle mie realizzazioni. Tutto questo immenso lavoro però mi ha portato una infinita serie di soddisfazioni, soprattutto l'immensa gratificazione di ricevere i complimenti di grandi e piccoli a tutti gli eventi ai quali ho partecipato e l'onore di poter esporre le mie opere in alcuni luoghi prestigiosi sia in Italia che in Europa.

Progetti del Winter Village per il futuro? Ovviamente non ho intenzione di smontarlo, cercherò però di adattare alcune sezioni del villaggio per poter esporre una parte di esso in eventi con poco spazio a disposizione, l'intero diorama invece verrà ancora esposto in futuro e sono previsti eventuali nuovi aggiornamenti e aggiunte.
Volevo ricordare che tutti gli edifici di media grandezza citati in questa pagina sono recensiti nella pagina "Le mie creazioni Lego" in modo tale che se siete interessati ai dettagli di un particolare edificio, potrete visionarlo in quella sezione. Ringrazio chiunque sia riuscito ad arrivare fino in fondo alla lettura di questa lunga pagina!

Le Gallerie Fotografiche delle mie opere LEGO si possono trovare nella mia area personale suddivise in vari Album, sulla famosa piattaforma di immagini Flickr a partire da questa pagina indice: Galleria Flickr

 

Torna indietro